Criteri di selezione dei pazienti per il ricovero in Day Surgery

Criteri socio-anagrafici

. comprendere che il ricovero proposto è finalizzato soprattutto a ridurre il disagio connesso all’ospedalizzazione,

la Day Surgery facilita il rientro  al proprio domicilio, alle proprie abitudini, certamente ADSI desidera che i parenti,

o coloro che prendono in carico il paziente, siano in grado dopo una determinata istruzione di farsi carico del paziente dimesso;

. essere in grado di osservare le prescrizioni mediche;

. l’accompagnatore alla fine dell’intervento deve essere sempre presente, e la sua assistenza non si deve limitare dal portare il paziente

dall’ospedale a casa, ma anche nei giorni o nelle settimane successive ed è consigliabile che sia sempre lo stesso;

. la comunicazione ospedale – domicilio del paziente deve sempre essere assicurata in Day Surgery, anche se ritieniamo che non

sia sufficiente la sola telefonata e che in futuro si debbano prendere in considerazioni dei mezzi di comunicazioni alternativi, dalla

visita dell’infermiere domiciliare, o futuristicamente ad una webcam.

 

Continue Reading
Continue Reading

Dall’Ospedale senza dolore alla Casa senza dolore. Un nuovo concetto della Day Surgery

urlo Il Dolore acuto dopo un intervento chirurgico rappresentaancora il principale, problema da risolvere per i i modelli Day Surgery, One Day e Week Surgery.                                   

Numerose evidenze dimostrano come oltre il 50% dei pazientichirurgicamente definiscono l’esperienza chirurgica dolorosa,in particolare si notaancora come procedure poco invasivepossono causare dolori di intensità elevata e prolungata. Dolori che si prolungheranno al domicilio del paziente. E’ obbligo pensare che si debba iniziare a insegnare una cura che va al di fuori dell’ospedale un modo di intendere il domicilio come un proseguo delle cure ospedaliere.

Scopo di questo evento formativo è cercare di trovare risposte al problema sopraesposto che si avvantaggerà non solo da soluzioni farmacologiche, ma anche da un approccio multidisciplinare e culturale che vede coinvolte più figure professionali: chirurgo, anestesista, psicologo,medico di medicina generale, infermiere.

L’obiettivo è arrivare ad un nuovo concetto: “dall’ ospedale senza dolore alla casa senza dolore”.

Il corso cercherà di:

 1)   Definire i percorsi diagnostici-terapeutici-assistenziali

2)   Cercare maggiore coerenza nel sistema d’interazione tra le strutture coinvolte in particolare tra ospedale e territorio.

3)   Favorire i processi di comunicazione tra personale medico-infermieristico e pazienti.

Vi aspettiamo il 25 maggio al Cinema Teatro Famiglia di Noventa Vicentina.

Continue Reading

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi